Perché i gatti odiano le porte chiuse?

Chiunque viva assieme ad un gatto, avrà notato che questi animali hanno delle particolari manie e dei modi di fare quasi ossessivi.

Tra questi l’ossessione per le porte chiuse, ma perchè i gatti odiano le porte chiuse?

In questo articolo cercheremo di spiegarvi questo “strano” comportamento del gatto e di risolvere questo mistero comportamentale; Dunque, perchè i gatti odiano le porte chiuse?

Vi sarà capitato di notare i graffi sul legno delle porta, cercano di farla aprire a tutti i costi e poi… non è certo detto che vogliano entrare.
Vogliono semplicemente la porta aperta, anche di poco. E si sa il gatto è maestro della persuasione e con le buone o le cattive ottiene sempre quello che vuole.

Questo comportamento sembra trovare una spiegazione I nostri amici a quattro zampe non grattano le porte chiuse solo perché vogliono passare, ma perché non vogliono che sia tolta loro ogni possibilità di scelta. Proprio così: nella mentalità felina, la porta chiusa impedisce loro di scegliere se entrare o meno in una certa stanza, ‘blocca’ la loro libertà spaziale.
Il gatto vuole poter decidere in totale autonomia come muoversi nella casa e fuori, quando seguire il suo padrone all’esterno, quando rimanere a dormire in salotto o andare a cacciare in giardino. Chiudere la porta, nella sua testa, significa semplicemente impedirgli di muoversi come meglio desidera, di controllare cosa avviene in casa e cosa fa il suo padrone (non dimentichiamo che i gatti sono molto curiosi).

Gli esempi che lo possono spingere ad odiare le porte chiuse possono essere molteplici ad esempio:

Percepisce un odore o un rumore proveniente dall’altro lato della porta e non ha la possibilità di indagare meglio su chi o cosa lo emani;

Si rende conto che uno o più membri della sua famiglia umana stanno dall’altro lato della porta; considera l’area oltre la porta una parte del suo territorio, a cui sentono il bisogno di accedere;
Il gatto odia le porte chiuse perché non gli consentono di vedere cosa avviene nelle altre stanze, di nascondersi al bisogno, di spostarsi se ne ha voglia.

Tenere le porte aperte al gatto gli consente di muoversi a suo agio e con libertà nella casa. Per questo i felini non tollerano le porte sbarrate.

Certo, talora non si può cedere alle proteste del gatto, e le porte devono restare chiuse. Il consiglio però è quello di assumere elasticità a riguardo, perché il gatto per stare bene deve anche potersi muovere in maniera indipendente dagli esseri umani. Si può anche pensare di installare una porticina/gattaiola almeno per l’esterno, per consentire l’uscita in giardino ed il rientro a piacimento.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *